Nave in Adriatico, un aggiornamento

La Und Adryatic, la nave in fiamme in Adriatico , è sparita dalle prime pagine dei giornali e quindi, presumiamo, la situazione sia ormai sotto controllo. Però ieri, venerdì 8 febbraio, il quotidiano triestino Il Piccolo affrontava le conseguenze di un eventuale sversamento in Adriatico con un’interessante intervista che vi riporto:

Nonostante il pericolo di sversamenti di crburante sembra essere stato scogniurato rimane la preoccupazione che qualcosa possa ancora accadere” ha specificato la ricercatrice Paola Del Negro del Dipartimento di oceanografia biologica di Marina di Aurisina.

Il bacino adriatico settentrionale è un sistema complesso – ha spiegato Del Negro – nel quale coesistono zone costiere antropizzate e aree naturali protette, situazione prossime all’eutrofia e condizioni quasi oceaniche. E’ uno dei mari più produttivi del Mediterraneo e alcune specie di pesci trovano, proprio nella parte più a nord, un’area ottimale per la deposizione delle uova. In questo complesso e difficile ecosistema ogni variazione e anomali può avere ripercussioni importanti che, anche se non immediatamente visibili a occhio nudo, possono innescare una rezione a cascata eventualmente valutabile nel lungo periodo.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: